Lavandini da giardino, modelli e caratteristiche

IL fascino dei lavandini da giardino.

I lavandini da giardino, forme, modelli e idee utili per questo elemento d’arredo.

E giunta l’estate. Per mesi, soprattutto per chi vive nel nord Italia, l’area esterna dell’abitazione era considerata più un’incombenza che un piacere. Ora, invece, si possono passare le serate eo intere giornate all’aperto, tra quelle piante che tanto vi hanno fatto penare durante l’inverno.

Certamente la necessità di poter disporre di acqua potabile direttamente in giardino non è trascurabile. Essa infatti è un elemento importante e , al contempo suggestivo. Forse una semplice ciotola o una piccola vasca saranno di grande aiuto nel catturare l’attenzione dei Vosti ospiti.

Lavandini o fontane da giardino?

In molti nasce il dubbio tra l’acquisto di un lavandino da giardino e quello di una fontana da giardino. A questo proposito penso che ci si debba concentrare sulle finalità per le quali decidiamo di acquistarlo. 

Normalmente la fontana ha come unico scopo quello di dotare l’area esterna della Vostra abitazione di un punto di accesso all’acqua, per poter irrigare il giardino e le piante o far bere gli animali.

Il lavandino da giardino invece, qualora non siate dotati di una cucina all’esterno, è utile per svolgere molte altre funzioni. Esistono infatti lavandini dotati di doppia vasca o di vasca con gocciolatoio che permettono anche un comodo lavaggio di piatti o di frutta e verdura.

 

sfondo-lavandini-da-giardino-1

I materiali

Molti sono i materiali che si possono utilizzare per la realizzazione dei lavandini per esterno. Essi spaziano prevalentemente tra la classica pietra o il cotto e, quelli in cemento o pietra ricostruita. Noi, personalmente li produciamo esclusivamente in calcestruzzo a vista o rivestiti di graniglia naturale. Questo perchè? Perchè oggigiorno il cemento è un materiale contemporaneo che ha visto crescere la sua popolarità. Esso, opportunatamente trattato con idrorepellenti, ha una lunga durata e non necessita di particolare manutenzione. E una scelta definitiva che non riserva spiacevoli sorprese!!

Alcuni modelli in commercio, soprattutto in pietra vengono importati in Italia da Cina o Brasile ed utilizzano pietre molto porose, di scarsa qualità che, soprattutto in climi freddi e soggetti a gelo e disgelo, con il passare degli anni perdono gran parte delle loro prestazioni.

Se sei interessato ad una panoramica dei modelli di nostra produzione puoi cliccare direttamente su lavandini e lavatoi da esterno o sul pulsante in basso a destra.

La storia dei lavandini da giardino

Come già scritto magnificamente su wikipedia la storia dei lavandini da giardino è plurisecolare. Sembra infatti che già greci e romani ne possedessero alcuni nelle loro ville. Probabilmente. a quel tempo, era senso di elevazione sociale averne uno in casa. Certamente erano dotati di acqua corrente ma svolgevano soprattutto attività di tinozzo. Forse erano solo in pietra. Sembra comunque che in alcune case il cotto fosse già presente per la realizzazione di questi prodotti. E certo comunque che essi erano invidiati e ricercati dal popolo. Esso normalmente viveva quartieri affollati di Roma o di Atene.

La svolta, se di questo dobbiamo parlare, avvenne in tardo impero romano. Quando i barbari, visistando le splendide dimore romane si accorsero di quest’usanza. La ollero esportare presso i loro popoli. Al nord, data la grande quantità di pietra ed una scarsa manualità con il cotto. Essi venivano prodotti con pietra locale. Di norma avevano piccole dimensioni, erano facili all’uso e venivano utilizzati anche come abbereviatoio per gli animali.

Dal medioevo ad oggi

Certamente, nel medioevo le sose cambiarono notevolmente. Le donne facevano largo uso di lavatoi, al centro dei borghi per poter lavare gli indumenti della famiglia. Sicuramente essi assunsero dimensioni più generose ed erano oggetto di incontro, di chiacchericcio e a volte di scherzo. Cio rimase quasi inalterato nei secoli fino a quando, in epoca rrinascimentale molti palazzi se ne dotarono di privati.

I lavandino diventava anche oggetto di ornamento tra fontane e giochi d’acqua. Venivano utilizzati per la loro produzione pietre pregiate come marmi e graniti. Sfumature ricercate e figure geometriche sempre più elaborate ne diedero in’importanza notevole. Ne è un esempio quello presente nelle reggia di Versailles prodotto dalla nostra amatissima contessa Minuto.

Elementi di Arredo

simbolo-arredo

Fioriere

simbolo-fioriere

Fontane

simbolo-fontana

Lavandini

simbolo-lavatoi

Accessori

simbolo-accessori

0 Comments