Lavandino da giardino, la scelta

lavandino da giardino in cemento, graniglia o pietra, “fai da te” da giardino su staffe o lavandini da esterno con base, e i prezzi? Queste sono solo alcune tra le domande che normalmente ci si pone prima dell’acquisto. Cercherò, nel mio possibile di aiutarvi nella scelta. Grazie comunque per il vostro tempo dedicato alla lettura di quest’articolo!!

Non so se Voi provate la stessa cosa ma, quando sento l’arrivo della primavera, il mio umore ne trae subito beneficio.
Potersi godere gli spettacoli della natura, la fioritura degli alberi…….. alleggersi dai “pastrani” con i quali ci difendevamo dal freddo durante l’inverno, e soprattutto…..stare fuori!! Vale a dire sul terrazzo, nel giardino,lungo i sentieri è sicuramente piacevole oltre che salutare. Ma, riprendendo in mano quegli spazi che d’inverno ci apparivano grigi e poco ospitali, tornano alla mente problemi e desideri che avevamo accantonato nell’autunno precedente.
Tra questi, il dotarsi di un acquaio, bello e funzionale che ci permetta di lavare direttamente tutti quegli oggetti sporchi senza insudiciare la casa. Oppure un vero e proprio lavandino da esteno, ideale per i pranzi e le cene con gli amici realizzando così una “mini-cucina” all’aperto.

Molti sono i siti autorevoli che parlano di lavandini da esterno, da justsinks.com a freshideen.com o mestravaux.com. Tuttavia l’acquisto, genera normalmente non pochi problemi. Il materiale, le dimensioni, la posa sono normalmente argomenti ostici per chi non è del settore. A ciò si aggiunga il fatto che negli ultimi anni la scelta di questi prodotti è aumentata considerevolmente. Armonizzare il design degli accessori con l’esterno della casa non è sempre facile anche perchè in molti casi esso ha assunto un’importanza sempre crescente.
Per questi motivi, ma non solo, lavorando da tanti anni nel settore, cercherò di darvi dei consigli concreti, per aiutarvi, se è possibile nella scelta dei vostri acquai.
Iniziamo quindi con l’analisi dei materiali!!

Lavandino da esterno in cemento

Per molti anni il cemento ha avuto poca fortuna come elemento di arredamento. Ultimamente lo si stà rivalutando, sia grazie alle infinite finiture che si possono ottenere (liscio architettonico, sabbiato, levigato, ecc..)sia perchè è un materiale ideale per l’esterno. Con i dovuti trattamenti è difficilmente attaccabile dagli elementi atmosferici, quindi ha una lunghissima durata, ma soprattutto non patisce colpi, urti e trattamenti “poco ortodossi”ma molto più frequenti all’esterno di una casa.
Consiglio la scelta di questo materiale per chi stà cercando un acquaio dalle linee semplici e pulite, un oggetto moderno, magari di design che ben si accorda con i giardini “minimal” che oggi giorno vanno per la maggiore. Se siete orientati verso questa scelta fate però attenzione alla cura dei particolari. Il tipo di lisciatura del cemento, la vibratura e la relativa mancanza di fori all’interno della superfice renderanno l’oggetto esteticamente molto più bello. Gli ossidi utilizzati per la colorazione, la presenza di sfumature nel manufatto ne esalteranno le forme. Tutto ciò comporta che normalmente, i prezzi di questi lavandini da esterno saranno più elevati rispetto ad altri.

lavandino da esterno in cemento

Per scoprire le nostre proposte clicca sul pulsante a destra

Lavandino da giardino in graniglia o pietra ricostruita.

Il lavandino da giardino in graniglia come oggi si usa dire più frequentemente è caratterizzato da un impasto di cemento e frammenti di pietra naturale. Tante sono le tipologie di pietra utilizzate per realizzarli in quanto esse a seconda dei colori e degli ossidi permettono di ottenere colorazioni differenti, sfumate, non “piatte” ed esteticamente molto gradevoli. La più pregiata è il marmo di carrara che viene solitamente associato ad un cemento bianco per ottenere un effetto molto chiaro, simile al bianco. Questi acquai sono presenti sul mercato dagli anni 80, ma via via si sono “pulite” le forme (che un tempo erano tondeggianti con molti ghirigori)rendendoli sempre più attuali alle esigenze del mercato. Il prodotto è molto valido, indistruttibile, poco poroso e di facile manutenzione. Normalmente viene offerto nelle soluzioni tutta vasca, doppia vasca e vasca con gocciolatoio, quest’ultimo molto utile se lo si vuole utilizzare come un lavandino da esterno. Anche in questo caso, comunque fate attenzione alla qualità del prodotto, agli inerti utilizzati e soprattutto ai trattamenti a cui è sottoposto per evitare la comparsa di successive efflorescenze naturali.

lavandino da esterno in graniglia

Per scoprire le nostre proposte clicca sul pulsante a destra

Lavandino in pietra da giardino.

Il lavandino in pietra da giardino è sicuramente quello più tradizionale, ricordando un po’ i vecchi pilozzi da esterno nei quali un tempo le massaie andavano a lavare i panni. Certamente la pietra naturale è sempre un’ottima scelta sotto un profilo estetico. Le sfumature, le colorazioni uniche ne fanno oggetti di pregio intramontabili. Ma c’è un ma!! Oggigiorno la politica del “ti offro tutto a prezzi bassisimi” ha portato i produttori ed i rivenditori a proporre oggetti che vengono realizzati con materiali acquistati in varie parti del mondo (soprattutto Brasile, India e Cina)con l’effetto che la pietra utilizzata mal si adatta alle caratteristiche del nostro clima. Una pietra porosa, facilmente sfaldabile sarà preda di attacchi da parte degli agenti atmosferici (gelo e disgelo o il sale presente nelle località a ridosso del mare) riducendone enormemente la durata. Lo stesso dicasi per le macchie che si possono creare in quanto,
la stessa, assorbe maggiormente l’olio, la pittura, il vino……!!! Quindi, a tutti coloro che si apprestano all’acquisto di un acquaio in pietra, il mio consiglio è di fare molta attenzione alla provenienza dell’inerte e di bilanciare, se si vogliono prodotti di qualità, una spesa quattro o cinque volte superiore a quella delle soluzioni precedenti.

lavandino in pietra da giardino

Volutamente ho escluso da questo elenco altri materiali come ceramica o plastica a mio avviso troppo delicati per un prodotto che deve essere posizionato all’esterno della casa. Vi sono poi soluzioni in rame o acciaio, ma per i costi estremamente elevati sono da considerarsi una nicchia molto risicata del settore. E importante invece capire come si vuole fare l’installazione dell’acquaio dopo l’acquisto. Le soluzioni principali sono due: l’uso di staffe per acquai oppure l’acquisto di mobiletti su cui posizionare lo stesso.

Il lavandino “fai da te” da giardino

IL lavandino “fai da te” da giardino è solitamente la soluzione più rapida ed economica. Prevede l’uso di staffe di supporto su cui appoggiarlo. E necessario tenere a mente che il lavandino da esterno ha un certo peso (a partire normalmente da 40 kg in su). Per questo motivo è opportuno sceglere dei prodotti robusti che non si pieghino con il passare del tempo. Questo è molto importante in quanto il lavello viene normalmente solo appoggiato sulle staffe che sono a loro volta fissate al muro attraverso l’uso di tasselli. A tal proposito, se possibile, affidatevi a dei negozi specializzati nel fai da da giardino in modo da essere indirizzati meglio nella scelta. Esse vengono di norma posizionate a 45/50 cm dal terreno in modo che il lavello da esterno risulti a sua volta posizionato ad un’altezza di 80/90 cm.

lavandino appoggiato su staffe

Per scoprire le nostre proposte clicca sul pulsante a destra

Lavandini da esterno con base

I lavandini da esterno con base prevedono l’uso di un mobile (normalmente in cemento) che può essere vincolato ad un muro (in questo caso la parte dietro è vuota) oppure autoportante, ideale qualora lo si voglia utilizzare al centro di un giardino e comunque in tutte le situazioni dove non è previsto un muro in appoggio. Esso ha il grosso vantaggio di poter essere utilizzato per riporvi all’interno degli oggetti oltre a nascondere gli scarichi dell’acquaio stesso.

lavandino autoportante

Per scoprire le nostre proposte clicca sul pulsante a destra

Vi sarebbero poi ulteriori aspetti interessanti. Il montaggio dell’acquaio, la scelta della piletta, del sifone e del rubinetto, ecc, ecc. Per non rendere questo articolo un vero e proprio romanzo vi consiglio di leggere gli altri post scritti sul nostro blog. Grazie ancora per la lettura e spero a mio modo di esservi stato utile nella scelta.

0 Comments

Lavandino da esterno con base autoportante

Lavandino da esterno con base autoportante

Ciao a tutti e benvenuti su questo blog,                                             in questa recensione troverai: introduzione lavandino abbinabile caratteristiche tecniche finiture e colorazioni conclusioni e indirizzi utili. oggi parleremo del lavandino da esterno...

Lavandino da esterno con base, recensione.

Lavandino da esterno con base, recensione.

Ciao a tutti i lettori di questo blog, il lavandino da esterno con base risulta essere uno tra i prodotti di maggior successo tra le proposte di arredopergiardino.it. Oggi analizzeremo con attenzione questo lavandino da giardino al fine di capirne pregi e difetti ma,...

Lavandini da esterno in graniglia

Lavandini da esterno in graniglia

I lavandini da esterno in graniglia, cosa sono? Oggi affronto un argomento sul quale mi sono sempre state poste molte domande e, nei cui confronti, i miei interlocutori avevano delle idee molto vaghe. Lo avrete già capito dal titolo dell'articolo, ovvero "Che cos'è la...